La Potenza della Croce - Entrare nella Risurrezione

Home - Scarica libroLettura libro da sitoAltri contenutiMusicaForum





 



I sette arcangeli e l'angelo custode

La comunione dei santi include anche gli angeli, perché anche loro, come tutto e tutti, sono sottomessi a Gesù Cristo e hanno Maria come loro regina.

In particolare ci sono i sette arcangeli, Mikael, Gabriel, Raphael, Uriel, Jehudiel, Sealtiel, Barachiel. La Chiesa ha riconosciuto questi come i sette arcangeli, infatti c'è anche una chiesa ove vi sono sette statue col nome di questi arcangeli. Essi vanno onorati e rispettati, hanno un potere molto grande. In particolare va onorato san Michele arcangelo, al quale si dovrebbe rivolgere la preghiera alla fine di ogni santa Messa. Egli è protettore della Chiesa e con i suoi angeli difende dai demoni. Si ha un po' troppa paura della preghiera che difende dai demoni però, e non ci si preoccupa di cercare questa difesa perché si ha paura di turbare i partecipanti a Messa con questa preghiera contro i demoni. Non è importante? Ma questa preghiera a san Michele non viene più fatta a Messa, purtroppo.

Mikael significa “Chi è come Dio?”, mi insegna a difendere Dio e le persone che lo cercano.

Gabriel significa “Potenza di Dio”, mi piace, perché mi insegna ad amare Maria e ad annunciare messaggi di gioia e di speranza che sono la forza del Vangelo.

Raphael significa “Medicina di Dio”, mi insegna ad avere cura degli altri e ad avere a cuore i loro problemi, e a guarire dalle mie malattie spirituali.

Degli altri arcangeli conosciamo i nomi per mezzo di più fonti e tradizioni.

Uriel significa “Fuoco di Dio”, mi insegna a vivere nell'amore di Dio, anche in mezzo ai torti e alle contrarietà, ad essere paziente e forte in ogni situazione.

Jehudiel significa “Lode a Dio”, mi insegna ad amare il bene degli altri e a lodarlo in tutto e per tutto, con tutto.

Sealtiel significa “Preghiera a Dio”, mi insegna che ogni cosa devo farla per mezzo dell'umile preghiera, nell'onestà che senza Dio e il Cielo non posso far nulla e non posso avere gioia.

Barachiel significa “Benedizione di Dio”, mi insegna a essere benedizione per Dio e per gli uomini, accorgendomi dell'importanza delle cose sante e trattandole col massimo rispetto, per me e per gli altri.

Ma l'angelo custode è anche lui di una importanza grandissima. Lui si occupa dei nostri problemi e ci aiuta a capirli, ci dà tanti consigli di nascosto, è umilissimo e neanche ci si accorge spesso della sua presenza se non lo si prega, ma è sempre con noi per aiutarci a capire chi siamo e chi dobbiamo diventare.

Pregare in onore di questi angeli e per le loro intenzioni e, se così si vuole, anche per i vari cori angelici, anche solo con un Pater, Ave, Gloria ciascuno ogni tanto è una fonte di benedizioni senza fine.


Prossimo capitolo


Scarica libroLettura libro da sitoAltri contenutiMusica - Forum




Quest'opera è consacrata al Cuore Immacolato di Maria.

Autore Oscar Lepore

Oscarlepore@email.it

Sono presente anche su facebook con nome Oscar Lepore (quello nato il 9 luglio 1983).