La Potenza della Croce - Entrare nella Risurrezione

Home - Scarica libroLettura libro da sitoAltri contenutiMusicaForum





 



Le concupiscenze

Le concupiscenze sono date dal credere che siano le altre cose a dare la felicità. Credere che essa sia fuori di noi e non dentro di noi. È credere che se non si ha le cose che si vuole non si è felici, e poi anche diventarlo. È credere in cose che non danno vita, non perché sono materiali, ma per come ci si rapporta con esse. È credere che si cresce amassandole e si diventa grandi, mentre sono la propria rovina. È credere anche che meno sono faticose e meno hanno valore interiore e più ti fan libero e felice. Ma è solo il vuoto che cresce dentro, mentre si muore spiritualmente. Non è mangiare in un ristorante che ti rende felice, se lo fai solo per te stesso. Non è avere mille libri, film e oggetti assolutamente inutili, belli incredibilmente a volte ma solo di fuori, e senza alcuna utilità morale. La bellezza salverà l'uomo si, ma solo se ha un senso di salvezza, se è un'opera d'orgoglio no. Ma non è neanche l'ammirazione degli uomini e l'avere mille ragazze o macchine, o perderci mille ore dietro, desiderarlo perché sembrano felici quelli che hanno queste cose. “Qual vantaggio infatti avrà l'uomo se guadagnerà il mondo intero, e poi perderà la propria anima? O che cosa l'uomo potrà dare in cambio della propria anima?” (Mt 16, 26). Lasciarsi possedere dalle cose e volere tutti gli uomini sottomessi a sé non è libertà e gloria, ma è schiavitù, perché il peccato ti rende schiavo. Liberarsi dalle cose inutili con le azioni e con la preghiera è indice di vera conversione, e dona quella pace che niente al mondo può veramente dare, la pace di Cristo.


Prossimo capitolo


Scarica libroLettura libro da sitoAltri contenutiMusica - Forum




Quest'opera è consacrata al Cuore Immacolato di Maria.

Autore Oscar Lepore

Oscarlepore@email.it

Sono presente anche su facebook con nome Oscar Lepore (quello nato il 9 luglio 1983).