La Potenza della Croce - Entrare nella Risurrezione

Home - Scarica libroLettura libro da sitoAltri contenutiMusicaForum





 



Ringraziare

Un'altra preghiera che ho avuto a cuore è stata quella di ringraziare Dio per le persone così come sono. Una cosa che facciamo spesso è quella di voler cambiare e volere diversi gli altri. Vorremmo che fossero secondo il nostro modello, non le accettiamo, e non permettiamo all'Amore di Dio di fluire per mezzo di noi sulla persona che amiamo, cosicché è solo il nostro modello che amiamo, e l'Amore non può passare attraverso noi e cambiare nessuno. In questo modo non si cresce e non si vive nella bellezza dell'Amore. Perché le persone solari hanno tutti felici attorno a loro? Perché lasciano passare l'amore di Dio attraverso di loro, anche se son poco consapevoli. Se stai cercando di essere amato così come sei, devi cominciare tu ad amare gli altri così come sono, senza limitarti. Comincerai a denti stretti, con delle difficoltà. Tu hai problemi con tua madre, dì a Dio che decidi di perdonarla per quelle cose, che l'accetti così com'è, e prega continuamente “Dio ti ringrazio per mia mamma, così com'è”. Sarà Lui a cambiare le cose, se è opportuno, e cambierà te prima di tutto, e non certo in una maniera che ti renderà meno felice.

In verità c'è bisogno dell'Amore per la conversione al bene e all'Amore degli altri, visto che sanno raramente fare violenza a se stessi, al proprio egoismo, ma c'è bisogno di canali che lascino passare questo Amore sulla terra. E questo è esattamente ciò che il demonio cerca di fermare.

Dopo aver fatto queste cose cominciate a ringraziare su tutto. Se siete ciechi sull'Amore di Dio per voi, se non sentite l'Amore di Dio abitare in voi, non avete bisogno di fare chissà che, solo di prendere ogni giorno in mano la corona del rosario e fare un giro di corona di “grazie Padre per la tal cosa”, un giro di “grazie Gesù per la tal cosa”, un giro di “grazie Spirito Santo per la tal cosa”. Un giorno vi focalizzate a ringraziare la Trinità per una cosa, un giorno per un'altra, inventatevi spesso motivi per cui ringraziare. Per come mi ha cambiato la vita e il rapporto con Dio e con le creature, potrei dire che è anche più importante di dire il rosario, anche se non lo sostituisce. Volete diventare persone solari, grate alla vita e amate da tutte? Questa è la strada. Se volete essere come San Francesco nel vostro cuore questa è la strada! Non sto parlando della povertà, sto parlando di vedere bella tutta la creazione e la vostra vita. Un giorno si ringrazia per una cosa , un giorno per un'altra, finché tutto ha valore e un senso positivo e non c'è più niente di cui ci lamentiamo. Sul Cuore di Dio preme molto questa preghiera, e Lui dona grazie su grazie e aiuta ogni giorno a scoprire qualcosa di bello che non si era visto e a scoprire la bellezza di tutta quella che è la nostra vita, dalla prima all'ultima cosa. Ci apre gli occhi, ci aiuta a vedere il bene e il bello come mai lo abbiamo visto.

E allora facciamo un passo in più su cosa è ringraziare. Se volete scoprire il frutto buono che non avete mai visto nascosto dietro le vostre sofferenze del passato, ringraziate per ogni sofferenza che avete avuto. Riceverete cose incredibili, e toglierete ogni presa al maligno che non potrà più farvi soffrire. Le vostre ferite guariranno, perché permettete all'Amore di Dio di sanare il vostro male. Se andate dal medico perché vi siete fatti male, non tenete coperta la ferita con la mano, ma lasciate che la curi. Se volete quindi guarire dai vostri problemi non dite a Dio “Guariscimi!” come un comando, lamentosi di tutto e mal disposti, ma provate a ringraziare per il vostro male credendo che ha un premio in questa vita e nell'altra, finché non permetterete a Dio di penetrare col Suo Amore che tutto guarisce. Con questo comincerete a entrare nella Risurrezione perché starete guarendo la vostra anima e il vostro cuore. Fate lo stesso per le persone importanti per cui non sentite più niente, almeno finché non le amate. Non è che dovete accorgervi dei problemi che avete per dire “questo è un problema da risolvere”. Dovete solo pensare subito a quali sono le cose da riportare alla luce beatifica. Farlo vi farà sentire sempre più felici, perché creerete dei legami di luce con tutti. Finché non lo fate le vostre ferite vi impediranno di amare liberamente, di sentirvi amati, di essere liberi nel rapporto con gli altri, e non vi permetterà di essere nella gioia. Peggiori di tutto sono le ferite date da chi è importante per voi, quelle sono ferite che meritano un grande lavoro.

Dovete credere che ogni ferita e ogni sofferenza può diventare motivo di gioia indicibile vostra, se non vi lamentate più, e capite quello che c'è dietro. E se le offrite, cosa molto santa, possono diventare salvezza per centinaia o migliaia di persone. La sofferenza può essere come una preghiera potentissima se offerta. Il motivo per cui ci sono spesso richiami alla penitenza da Dio è che ci lamentiamo e non vediamo niente di quello che abbiamo, e ci lamentiamo anche della più piccola cosa, invece di essere grati e ringraziare per tutto. Chi ringrazia per tutto arriva ad una tale libertà d'anima che non c'è più nulla che possa scalfirlo! Non serve tanto stare sui ceci non cotti in ginocchio per fare contento Dio, se poi ci arrabbiamo per una persona che ci guarda di storto o perché abbiamo sofferenze che non ci vanno. Se volete essere dei veri risorti in Gesù Cristo, nel senso di veramente convertiti e credibili, e non uomini che tornano nel buio appena qualcosa non va, è in queste piccole cose che lo dovete far felice, e allora saprete essere grati a Dio anche per le sofferenze fisiche, intuendo che possono essere una grande benedizione per voi e per le persone per cui le offrite.

Solo allora le cose e gli incarichi che pesano diverranno un peso leggero. Nell'Amore tutto è leggero. Si sa che molti martiri cristiani morivano con il sorriso e con la gioia nel cuore. Pazzi? No, avevano capito! E sapevano che premio li attendeva.

Se aveste un figlio e gli deste tante cose, vi piacerebbe che lui guardasse solo quello che gli è stato dato e che anche si dimenticasse di voi? Vi piacerebbe che usasse anche a danno degli altri vostri figli, togliendo loro quello che dovrebbe essere anche loro? Dio non è forse lì ad aspettare che lo ringraziate e che gli chiedete come usare le cose che avete e quali altre cercare allora? Lasciate che sgorghi il sorriso nel vostro Dio! Riempite il Cuore di Dio di orgoglio per voi! Siate grati di ciò che avete e anche di ciò che non avete più, perché nulla avete perso di quello che è nel vostro cuore se non siete voi a toglierlo. Un santo disse che il peccato più grande dell'umanità è l'ingratitudine. Basta ringraziare a salvare l'anima e a vivere nella gioia.


Prossimo capitolo















Scarica libroLettura libro da sitoAltri contenutiMusica - Forum




Quest'opera è consacrata al Cuore Immacolato di Maria.

Autore Oscar Lepore

Oscarlepore@email.it

Sono presente anche su facebook con nome Oscar Lepore (quello nato il 9 luglio 1983).