La Potenza della Croce - Entrare nella Risurrezione

Home - Scarica libroLettura libro da sitoAltri contenutiMusicaForum





 



Perdonare

La prima volta che la Madonna mi ha parlato, quando ho sentito la sua voce dentro me dopo aver fatto un pomeriggio di evangelizzazione, mi ha detto “devi perdonare tuo padre, devi perdonare tua madre e ti chiedo di perdonare anche la ragazza che ti ha lasciato. Con la croce prega per loro”. In seguito mi disse lo stesso per mia sorella.

Una donna carismatica che fa catechesi me lo aveva detto, riguardo mio padre, come cosa importantissima per poter conoscere l'Amore di Dio Padre in me, se non perdonavo mio padre, impedivo all'Amore di Dio Padre di vivere in me. Ma non è che ci ho dato grande importanza, neppure immaginando cosa volesse dire conoscere l'Amore di Dio. Per me lo stare insieme con mio padre filosofeggiando senza tanto calore sulle cose di Dio e della vita era già garanzia di qualità del rapporto, anche se c'erano divisioni in famiglia. C'è voluto bisogno di Maria perché capissi che non è che l'andare a comunione basti a risolvere tutti i problemi. Basta per la vita eterna, ma non per risolvere i problemi che non si affronta. Così ho pregato parecchie, parecchie ore per ognuno di loro singolarmente. Quando amiamo è meglio dedicare tutto il nostro amore a una persona per volta.

Come in parte mi era stato insegnato, dicevo “Gesù, credo che tu sei morto per me e per mio padre, credo che tu hai portato tutto il peso dei nostri peccati e che questo è la medicina di tutti i nostri mali. Per questo decido nel tuo Nome di perdonare mio padre di ogni cosa cattiva che ha fatto, lo accetto così com'è e prego per la nostra riconciliazione. Il tuo Sangue e le tue Piaghe ci guariscano”. E parecchie ore ho pregato davanti al Crocifisso meditando sui misteri dolorosi del Rosario.

Noi non eravamo neanche capaci di abbracciarci, e ora ridiamo insieme, scherziamo, facciamo parecchie cose insieme e ci abbracciamo come una famiglia gioiosa di stare insieme. In questo tempo non sono con loro, ma qui nel paese dove mi trovo, Medjugorje, anche i sei veggenti che vedono Maria Regina della Pace hanno famiglia, non son religiosi. La famiglia è molto importante. Lo è anche nel piano di Dio. Io credo che non sono religiosi è perché Medjugorje vuole essere un messaggio per le famiglie di oggi.

Avevo appena iniziato ad evangelizzare nei tempi di queste preghiere, ed ho notato come anche il rapporto con gli altri è diventato più tranquillo e sciolto man mano che perdonavo. E se fosse che i nostri problemi di rapporto con i genitori ci impediscono di stare bene con gli altri?

Proviamo a pulire un po' la coscienza e cerchiamo anche di pregare insieme in famiglia per tutte le persone con cui si ha a che fare fuori casa e per i problemi del mondo. A chi dice che la preghiera non serve dico che da questo inizio la mia vita è diventata gioia! Tutto il rancore che avevo e che faceva soffrire prima di tutto me è svanito! Dovete sforzarvi di pregare o non capirete mai il senso delle verità. Maria a Medjugorje dice che se vogliamo fare cose grandi per il mondo, dobbiamo prima fare cose molto grandi per la famiglia. Per tutta la vita ho avuto la famiglia disastrata ed in poche ore (ho detto tante ma mi accorgo che rispetto al frutto son poche) ho ottenuto tutto quello che non ho mai avuto. Vale la pena?

Siamo diventati una famiglia unita grazie a Maria e adesso tutte le persone che incontro lo sanno.


Prossimo capitolo














Scarica libroLettura libro da sitoAltri contenutiMusica - Forum




Quest'opera è consacrata al Cuore Immacolato di Maria.

Autore Oscar Lepore

Oscarlepore@email.it

Sono presente anche su facebook con nome Oscar Lepore (quello nato il 9 luglio 1983).