Maria Santissima, 13 Ottobre 2009


“Amati figli miei, Io sono con voi. È nella gioia che vi chiedo, volete anche voi essere con me? Indugiate, avete paura? Non siete ancora coscienti che il Regno dei Cieli è infinitamente più potente del regno del male? Comprendete le mie parole? Vi ho detto che intendevo solo parlarvi del Paradiso, Purgatorio e terra? Non vi ho forse parlato in abbondanza di carità, speranza e fede? Figlioli, cercate di capire prima le cose della terra, per poter capire quelle del Cielo! Ragionate in alcune cose secondo l'uomo vecchio, e per questo vi infastidiscono piccole cose; semplicemente perché non le comprendete ancora. A volte pensate che la Verità sia qualcosa che si può trattenere, ma Essa invece è libera e si fa attirare dall'Amore, perché Dio è la Verità, Dio è l'Amore, Dio è la Vita. Egli insegna a vivere nella semplicità e nella gioia, come ho vissuto io, che per bontà di Dio, ora aiuto questo ragazzo e voi a fare altrettanto. Se intendo spiegarvi alcune cose, è semplicemente per rendervi liberi in Gesù Cristo nostro Signore, anche da alcuni ragionamenti troppo umani. Potrete comprendere pienamente Dio solo in Paradiso, dopo questo esilio sulla terra. Solo vedendoLo si può comprendere tutto. È necessario capire a poco a poco che si è creature amate immensamente da un Dio grande più dell'Universo intero, tutto da Lui creato. Voi siete piccini, davanti a nostro Signore Gesù Cristo siete tutti piccini come formichine, qualunque uomo e donna della terra, a meno che non siate grandi nella carità e nelle virtù. È in Paradiso che Dio, contento di quello che siete stati sulla terra, vi vuole rendere veramente grandi. Sempre vi sentirete poco, rispetto ad un amore così grande come quello di Dio. Questo non vi deve scoraggiare! Vi deve solo fare pensare “Bene, allora ho un'eternità davanti per imparare ad amare sempre più e lasciarmi amare sempre più da Dio e dalle Sue creature”, poiché così è in Paradiso, dove vi è la perfezione dell'Amore. Con la grazia di Dio desidero aiutarvi a divenire sempre più puri, come ho fatto a mia volta quando ero una piccola creatura sulla terra, immacolata, e desidero aiutarvi ad essere sempre più piccoli come fanciulli in questa vita, semplici e fiduciosi nella bontà e provvidenza di Dio, il nostro Padre, il quale vuole a poco a poco donarvi la pienezza della Vita!

Con Gesù Cristo e con me potete rinnovarvi ogni giorno nello spirito della vostra mente, che deve diventare come l'acqua da torbida sempre più viva, sempre più chiara, sempre più limpida. Il vostro pensiero, deve diventare conforme al Pensiero di Dio, ed Esso non è schematico, ma semplicemente flessibile. È proprio per questo che non è fisso e schematico quello che dono a Oscar e quello che lui dona a voi, perché ogni giorno si rinnova nel modo di pensare ed amare. Gli parlo attraverso la sua coscienza, la quale, anche se ha molto di buono, non è immacolata, perché è un peccatore anche lui! Lui non ha ancora purificato in sé alcune cose che quindi non riesco ancora ad utilizzare nel migliore dei modi. È un concetto che vi sarà molto più chiaro quando saprete con che Nome mi presento, ma per sapere dalle mie parole cosa ciò significhi, siete chiamati pure a vivere secondo tale significato. Esso richiede una scelta di vita, e per il momento mi accontento semplicemente di presentarmi a voi come Madre di Gesù Cristo e Madre vostra, se lo accettate, poiché non intendo impormi, né non accettare i vostri tempi.

Avermi come Madre significa che io mi pongo al vostro livello, per alzare voi al mio, secondo le vostre possibilità, sia che vi parli sia che non vi parli, poiché così è la carità. Dio è sovrabbondante di Misericordia verso tutti gli uomini e donne sulla terra, non è la perfezione di ragionamento che vi chiede, ma che cerchiate di amare sempre più con carità, perché è essa che vi purifica e vi perfeziona! A volte cadere e fiduciosi nella bontà di Dio rialzarsi e andare avanti vi dona anche di intuire cosa si può vivere nella Misericordia di cui è pieno il Paradiso, e avere qualcosa di nuovo per procedere più sicuri verso il Regno di Dio. Tutto può essere usato da Dio per ottenere qualcosa di buono, quando si prende coscienza dell'errore di cui non si aveva coscienza. Non sono forse efficaci le testimonianze di persone che hanno peccato molto e che poi hanno cominciato a donarsi cercando di amare con carità il prossimo? Non ha forse detto Gesù Cristo che i pubblicani e le prostitute corrono più veloci verso il Regno dei Cieli?

Ho parlato di carità, speranza, fede. Queste sono realtà che si vivono sulla terra, e si possono vivere in misure e maniere differenti, poiché ognuno è abitato da Dio in maniera diversa. Bisogna vivere sulla terra, ma bisogna anche cercare di contemplare e comprendere le cose con gli occhi della carità, speranza e fede, altrimenti cosa ne fate della vostra vita interiore? Ho nominato, sì, alcune cose che richiamano alle realtà che voi chiamate soprannaturali, ma il mio intento non era spiegare cose che non siete ancora in grado di comprendere, ve ne ho accennato perché sappiate che ci sono, semplicemente. Sono la vostra Mamma, non sono certo venuta a caricarvi di pesi inutili! Voi sulla terra potete essere aiutati dagli angeli di Dio, che a volte compiono le Opere di Dio non solo assieme a voi, come è compito specifico degli angeli custodi, ma anche in comunione con voi, senza che ve ne accorgiate. Questo non deve portarvi ad adorare gli angeli di Dio, ma a considerarli vostri fedeli amici, e se vedete cose troppo fondate sugli angeli, scartatele subito, perché non vengono da Dio, che è la vostra Roccia. Egli, il Padre, è stato Roccia di Gesù Cristo quando sulla terra ha predicato il Vangelo con la Sua Vita, e io pure in Dio sono stata la Sua roccia sostenendolo con l'amore e la preghiera, assieme a San Giuseppe, mio castissimo sposo. Gesù Cristo è la Roccia della Chiesa Cristiana Cattolica Apostolica, e la Chiesa Cattolica è la roccia fondata sul Vangelo di Gesù Cristo che vi sostiene.

Dunque, se volete costruire la Casa della vostra vita, e quella della vostra famiglia, sulla roccia, ci sono cinque fondamenta solidamente ancorate a questa roccia. Tanto più sono solide, tanto più il Sacramento dell'Ordine o del Matrimonio o qualunque altro stato è vissuto bene e ben ancorato alla Verità, e i vostri figli spirituali o direttamente da voi generati e da Dio creati crescono sani e forti. Queste cinque fondamenta sono semplicemente queste: la preghiera ricca d'Amore per coloro che sono importanti nella vostra vita, in cui siete chiamati a riconoscere la presenza di Gesù che merita amore, stima e rispetto, e non vi turbate se non vi riesce subito e avete bisogno di tempo, la preghiera serve proprio a questo. Vi è quindi la Santa Messa; vi è quindi il Vangelo e in particolare le Letture Sacre del giorno, che possono essere spunto per tante belle riflessioni, comprensioni e applicazioni nell'Amore. Applicazioni sia in quello che fate, specialmente nell'arte vera, con cui potete dare Gloria a Dio, e applicazioni nelle opere che vi sentite chiamati veramente a fare. Ma su questo non abbiate fretta, perché anche se si possono avere delle ispirazioni, non è detto che esse siano ben chiare nel vostro essere, poiché è necessaria purificazione e discernimento nella preghiera, possibilmente con l'aiuto di un buon Sacerdote che potete chiedere a Dio come dono della sua provvidenza. Non preoccupatevi di definire voi chi debba essere. Lasciate fare a Dio le Sue opere, se non arriva pregate e perdonate, può voler dire che non siete ancora in grado di lasciarvi guidare. Se capite che un Sacerdote è la guida spirituale che vi è donata potete essere certi che quello che vi dice è la cosa migliore per voi, anche se ancora non la capite, e che quando credete in Dio e chiedete a tal Sacerdote di aiutarvi come guida spirituale ed egli accetta, riceve da Dio la Grazia di potervi guidare giustamente. L'orgoglio a volte è tale che impedisce di accogliere delle parole come buone. Per questo vi dico, perdonate, per non essere ribelli e saper guardare oltre, poiché non tutte le guide spirituali possono parlarvi con molta armonia e delicatezza. A volte siete voi a dover amare per primi le vostre guide spirituali pregando per loro per ottenere buoni frutti, perché se siete intralciati da rancori può accadere che riceviate tanti consigli buoni, ma bisogna saperli accogliere, sapendo che a volte è chiesto uno sforzo per uscire dai propri schemi. Ognuno ha la sua vocazione e i suoi carismi, e si cresce nella fortezza interiore a poco a poco, e a volte ci si accorge che alcune situazioni non si è ancora in grado di viverle. Ci vuole prudenza, facendo pochi passi ala volta, specie all'inizio. C'è bisogno di accogliere e vivere il santo battesimo che avete ricevuto, di comprenderlo a poco a poco e di purificare prima voi e il vostro rapporto con familiari e conoscenti, prima di andare incontro a imprese più grandi di voi. Si può a volte sbagliare, fare con sincera intenzione cose buone ma troppo abbondanti rispetto al necessario, capire e con prudenza metterle da parte e lasciarle crescere. Ricordate che io custodivo le cose sante nel mio Cuore, e le ho donate sempre con santa prudenza quando sorreggevo la Chiesa di Gesù Cristo nascente, o come in questi ultimi anni, per non dire decenni, la stessa Chiesa che risorge, cominciando dal basso. Col dire dal basso intendo da quelli che desiderano con pazienza entrare in comunione con Gesù Cristo, il quale è in comunione con il Padre, per la Grazia infusa dallo Spirito Santo che è semplicemente Amore donato e con gratitudine ridonato, poiché tutto parte dal Padre di Gesù Cristo e Padre nostro. Voi pensate che mancano due pilastri. Uno è la confessione, preceduta possibilmente dalla preghiera e il pentimento sincero che la rende estremamente efficace e liberatoria, ed è importante per vivere bene e nell'amore quanto ricevuto; l'altro per il momento non è necessario perché ancora non posso spiegarlo come vorrei affinché possiate praticarlo nella carità. La cosa più importante è cercare di vivere bene il percorso, meditare e cercare di capire e comprendere quanto si riceve e perdonando donarlo agli altri. È così che anche voi potete divenire miei nuovi bambini! Ci sono misteri che sono di Dio soltanto, come ci sono misteri che uniscono ogni anima in terra o già salva a Dio in maniera conosciuta solo da Dio e da tale anima. Siate quindi nella Gioia! Come avrete capito, questo è un percorso che richiede anche qualche rinuncia a se stessi, ovvero di ciò che non è ancora perfettamente in ordine in voi. Perdonando si trova l'ordine. I prossimi messaggi saranno piuttosto regolari, quando inizierò a darli. Quanto avete ricevuto finora è sufficiente per vivere santamente la propria storia, il proprio lavoro, che come insegnano San Giuseppe e Gesù stesso sono santificanti, ed anche il proprio rapporto con la famiglia e con la Chiesa di Gesù Cristo. Vi sono luoghi dove dono messaggi più delicati e semplici di questi, seppur necessitano certamente di buona volontà e perseveranza. Il mio primo scopo è questo, che ci siano famiglie sante, beate e giuste, perché Gesù Cristo, la Vite con cui siete in comunione per il battesimo, dia molti grappoli d'uva buona, che dà molta gioia al Padre, che felicemente vi dona tanta Grazia, gioia, e spesso anche santa allegria! Perdonatevi quindi a vicenda e se siete separati, spiritualmente o legalmente, cercate nel limite delle vostre possibilità di riconciliarvi, e ricordate anche di pregare per i tralci che vi sostengono e vi portano la linfa vitale in Gesù Cristo, nostro Signore. Se il vostro desiderio è la famiglia unita, siete molto desiderati al banchetto Eucaristico, la Santa Messa. È il Sacramento con cui Gesù si dona a voi, che vi aiuta a migliorare i rapporti assieme. Ogni messaggio, e anche ogni testimonianza è qualcosa in più che ricevete e qualcosa in più che a poco a poco potete imparare a donare, e non siate imprudenti ed impulsivi perché ci vuole del tempo di preparazione.

Potete anche fermarvi qui, se volete, e procedere su quanto ricevuto, il Vangelo del giorno basta per capire tanti piccoli insegnamenti d'amore. È bene fare le cose con calma e bene, poiché è bene consolidarsi su quanto si riceve personalmente e purificarsi, prima di fare passi lunghi. In queste cose, ma soprattutto nel Vangelo di Gesù Cristo, avete il necessario per vivere con tante grazie, nella pace, nella luce e nella gioia! Non avete bisogno di cercare persone particolari, vi basta perdonare pregando e amare assieme a me per accorgervi che siete amati, stimati e accolti così come siete da Gesù, e certamente ci sono tante belle esperienze che vi aiutano a formarvi, ma l'esperienza più bella è quando perdonate una persona e pregando per questa vi accorgete di quanto la amate. Questo mio ragazzo voglio renderlo sempre più come un bambino, semplice e fiducioso in Gesù, perché lui deve avere l'amore per la sua croce ben profondo nel cuore, e ha in sé i doni per fare ciò, oltre al carisma del perdono che sta imparando a conoscere. È bene comunque che io l'aiuti assieme alla sua guida spirituale e poi a quelle che verranno dopo. Dal suo nonno Enrico egli ha ereditato la Fede in Gesù Cristo, una fede molto robusta e forte, che a poco a poco sta accogliendo anche lui.

Enrico, il suo nonno, era una persona povera e semplice, soprattutto di spirito, e molto umile. Egli era una persona piccola per il mondo, un povero e un lavoratore, ma padrone della sua anima, che gode ora di grande gloria in Cielo, ed è santo assieme alla sua beata sposa. Siate piccoli e semplici anche voi, perdonando otterrete questo. Cari figli, mentre leggete queste parole, vi benedico e vi ringrazio.”