La Potenza della Croce - Entrare nella Risurrezione

l'insegnamento mistico-carismatico cattolico più completo

Home - Scarica libroLettura libro da sitoMessaggi Gesù e MariaAltri contenuti fortiMia musicaForum





 



11° insegnamento di Gesù – 9 ottobre 2013 – I re Magi


Versione stampabile in PDF


dice Gesù:

Ho tanti messaggi da dare. Questi messaggi saranno la Mia spiegazione al Vangelo. Desidero darli velocemente, affinché abbiate tanto latte spirituale per la vostra anima.

Riporta il capitolo del Vangelo.


Mt 2, 1-12: “Gesù nacque a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode. Alcuni Magi giunsero da oriente a Gerusalemme e domandavano: <<Dov'è il re dei Giudei che è nato? Abbiamo visto sorgere la sua stella, e siamo venuti per adorarlo>>. All'udire queste parole, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i sommi sacerdoti e gli scribi del popolo, s'informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Messia. Gli risposero: <<A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta:

E tu Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero il più piccolo capoluogo di Giuda: da te uscirà infatti un capo che pascerà il mio popolo, Israele>>.

Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire con esattezza da loro il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme esortandoli: <<Andate e informatevi accuratamente del bambino e, quando l'avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch'io venga ad adorarlo>>. Udite le parole del re, essi partirono. Ed ecco la stella, che avevano visto nel suo sorgere, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava i bambino. Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti poi in sogno di non tornare da Erode, per un'altra strada fecero ritorno al loro paese.”


Io sono il Figlio del Padre. Ad alimentare la vostra fede in Me vi sono stati molti miracoli, e anche la Mia nascita è piena di segni. Io nasco in una grotta, come narrato nel Vangelo di Luca. Nel Mio presepio voi mettete la presenza degli angeli, a indicare che essi hanno avvisato di questo grande evento, e fate bene, perché essi veramente sono apparsi. Quanti segni nel Mio natale! Il Padre Mio ha fatto apparire la stella che annunciava il Mio ingresso nella storia degli uomini. Son degli uomini estranei alla cultura di Israele quelli che la seguono, segno che i grandi del mondo sono chiamati a Me, seppur venendo dal paganesimo. Gli scienziati potrebbero trovarmi, se attingessero all'Amore nel loro scoprire la scienza. La stella cometa porta i re Magi alla Mia comunione, ed essi attingono rinnovata gioia ed energia quando la scorgono. Io ci sono per i grandi, ma loro devono essere persone di grande giustizia e amore per la verità. Come è stato per questo Mio figlio, da grande che era è diventato un Mio piccolo, e in Me sei diventato grande. Così voglio di tutti. Diversa è la fede di chi è abitato dallo spirito del mondo. Erode conosce la Legge e i profeti, ma vuole decidere di proteggere il suo predominio servendosi dei Magi per arrivare a Me e annientarmi. Non crede a Dio, crede solo alle Sue profezie, e si serve di esse per togliere dal mondo ciò che Dio vuole donare per la salvezza di tutti. Inutile il suo tentativo di imporsi. Dio veglia sul Figlio, e nessuno potrà rapirlo dalla Sua mano. I Magi venuti dall'oriente credono al Figlio, e portano in dono oro, per simboleggiare la Sua regalità, incenso, per dare il segno che a Lui si devono dare grandi onori e lode, mirra, perché il Suo compito di Messia sarà quello di dare la Sua vita per la salvezza di tutti (nota mia: la mirra veniva usata per seppellire i morti). Imparate da questi re la vera devozione a Dio, imparate a dare omaggio al vostro Re, e con Lui anche voi sarete esaltati dal Padre vostro che in Me tutto dona. Perché la vostra fede è importante? Perché l'anima dell'uomo nobilita il Suo peso tramite la fede, la fede induce Dio a considerarvi degli eletti, e se la fede è in Me, a considerarvi dei figli eletti. Dico questo per spiegarvi che anche le vere fedi che non hanno radice in Me possono fare la salvezza dell'uomo, come è avvenuto per i re Magi che non appartenevano a Israele, ma che partendo dalla loro fede sono arrivati a Me. Chiedete il dono della fede, essa vi terrà sempre uniti a Dio, affinché la vostra vita non sia persa nei pensieri della terra, ma diventi oro, incenso e mirra offerti al vostro Re.

Gli insegnamenti saranno donati nel giro di pochi mesi, affinché tutti abbiano una ampia conoscenza del Vangelo, per oggi basta.

Dio vi benedice,

Gesù”.














E DIO disse all'Uomo: "Guarendovi da tutti i vostri peccati, avete guarito la vostra Terra ! Essa è veramente guarita e fecondata dal bene che si è sprigionato dal cuore di tutti gli uomini. L’Uomo è nato per ritrovare il cammino di DIO, che si era perduto nella notte del Tempi !

Ecco venire in piena Luce: I Cieli Nuovi con la Terra Nuova.

L’Uomo rieducato, intese allora DIO che gli diceva:

"Se l'Umanità si mette ad AMARE e a Perdonare, che farò allora di tutte quelle Profezie?“ (tante cose che riguardano i castighi apocalittici).

Pensateci !... Di fronte a così tanto sangue!” (e a tanto sangue che minaccia di correre a causa del peccato che ha sommerso la terra, e che Dio non vuole!).

Dio vede che qualcosa finalmente sta succedendo nel mondo, e si sta ricredendo sulla necessità di permettere parecchie cose per la purificazione delle anime, alquanto necessaria per poter entrare in Paradiso.

(da http://www.jnsr.be/it.htm parola di Dio del 24 Aprile 2011).







Scarica libroLettura libro da sitoAltri contenuti fortiMia musica - Forum




Quest'opera è consacrata al Cuore Immacolato di Maria.

Autore Oscar Lepore

oscarlepore@email.it

Sono presente anche su facebook con nome Oscar Lepore (quello nato il 9 luglio 1983).